PREMIO IMPRESE PER LA SICUREZZA 2013

Per l’eccellenza nella gestione della sicurezza il più alto riconoscimento a livello nazionale alla Domus Vestra SpA – Residenza Santa Margherita.

 Giovedi’ 24 ottobre si e’ svolta a Roma la cerimonia di premiazione della seconda edizione del “Premio Imprese per la Sicurezza” alla presenza del Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, del Presidente dell’Inail Massimo De Felice,  del Segretario della CISL Raffaele Bonanni,  del Segretario della CGIL Susanna Camusso, del Segretario confederale della UIL Paolo Carcassi. A coronare il successo anche il messaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

 La Domus Vestra Spa, proprietaria e gestore della Residenza per anziani Santa Margherita di Villanova di Fossalta di Portogruaro ha conquistato il più alto riconoscimento – Premio Award –  nella categoria medie imprese avendo la meglio sulle altre aziende finaliste.

Obiettivo dell’iniziativa di Confindustria e Inail è quella di promuovere la diffusione della cultura della sicurezza e dell’innovazione nelle imprese e diffondere le prassi migliori delle imprese che si distinguono per l’impegno concreto verso il miglioramento continuo in materia di salute e sicurezza, per l’eccellenza del processo di gestione dei rischi e per i risultati conseguiti.

Il premio “Imprese per la sicurezza” è stato indetto per il secondo anno con la collaborazione tecnica dell’Associazione Premio Qualità Italia (Apqi) e di Accredia, ente italiano di accreditamento.

Inail e Confindustria hanno premiato, dunque, l’eccellenza raggiunta dalle imprese sul fronte della prevenzione e della gestione del rischio adottando criteri simili a quelli utilizzati da analoghi riconoscimenti internazionali. E a ricevere gli “Award”, ovvero il riconoscimento che spetta alle aziende che hanno ottenuto un punteggio totale superiore a 650 rispetto al modello europeo EFQM, accanto a Domus Vestra SpA di Fossalta di Portogruaro è stata Enel Ingegneria e Ricerca Spa.

I “Prize” sono andati a Allnex Italy, Bravo Srl, Saint Gobain Vetri e Sata Spa. Le altre 11 aziende finaliste, invece, hanno ottenuto una menzione per progetti specifici e innovativi in tema di salute e sicurezza sul lavoro, formazione e informazione dei lavoratori, gestione di appalti e subappalti. Si tratta di Air Liquid Sanità Sevice, Ativa Spa, Mia Spa, Moss Spa, Paolo Beltrami Spa, Trevi Spa, Cogip Infrastrutture, Kimberly Clark Srl, Inoxea Srl, Lindt & Sprungli Spa e M&G Italia Spa.

Le 17 imprese finaliste che hanno ricevuto i riconoscimenti sono state selezionate attraverso un articolato processo selettivo tra le 193 che in Italia hanno aderito al concorso possedendo i requisiti minimi previsti. Il comitato tecnico-scientifico composto da rappresentanti di Confindustria, INAIL e Accredia ha selezionato i vincitori in base ad una pre valutazione effettuata su application specifiche e su quanto contenuto nelle varie check list proposte di fase in fase. La selezione è poi avvenuta sul campo con le visite dei valutatori di Inail, Accredia e Apqi. Un team formato da 75 persone.

A ricevere il premio giovedì24 ottobre 2013a Roma nella sede di Confindustria  c’era il Direttore della Residenza Santa Margherita, Bertrand Barut, consegnato dal Presidente di Inail Massimo De Felice, alla presenza del Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, del segretario della Culs Raffaele Bonanni e di Susanna Camusso, segretario della Cgil.

Un traguardo importante quello raggiunto dalla residenza veneta, che diventa ancor più speciale in una competizione nazionale fatta di colossi industriali del calibro di Enel appunto, e che ha visto Domus Vestra come unica azienda concorrente impegnata nei servizi alla persona.

Così la Residenza per anziani aggiunge un ulteriore trofeo e un nuovo primato a quelli ottenuti in 20 anni di storia e di attività. Ricordiamo infatti che è anche la prima struttura per anziani in Italia ad aver ottenuto la doppia certificazione (qualità e sicurezza). Un percorso lungo, quello delle certificazioni, che ha impegnato tutto il personale della casa di riposo. E sono 130 i dipendenti coinvolti in una vera e propria rivoluzione – durata qualche anno – che ha puntato tutto sulla qualità e sulla sicurezza. Attraverso anche la riorganizzazione dei ruoli, delle procedure, la standardizzazione dei processi. E poi il controllo strutturato delle attrezzature e degli strumenti di lavoro. Ogni pianificazione e relativa registrazione è stata trasferita dalla carta al supporto informatico.

E’ stata, poi, una delle prime residenze per anziani in Italia ad accogliere in un nucleo dedicato persone affette dal morbo di Alzheimer. Pionieristica per la struttura organizzativa e per quella architettonica che attraverso i colori permette al malato di individuare percorsi e quotidianità in modo più agevole. E in un ventennio di operatività si è ancora rinnovata lo scorso anno con la rivisitazione dell’arredamento: una nursery studiata appositamente per consentire agli ospiti di prendersi cura delle bambole (doll therapy) e concretizzare, quindi, una delle terapie non farmacologiche all’avanguardia nella patologia dell’Alzheimer (la terapia delle bambole) che permette una riduzione dei disturbi del comportamento senza il ricorso alla contenzione e, nel contempo, una diminuzione del rischio aggressività da parte degli ospiti.

Un impegno quotidiano, dunque, quello della Residenza Portogruarese nel miglioramento dei servizi della propria struttura che ha certamente contribuito all’ottenimento dell’Award consegnato da Inail e Confindustria.

“Questo prezioso riconoscimento – commenta con soddisfazione Bertrand Barut – premia l’impegno e la sensibilità profusa nei riguardi dei 130 dipendenti al fine di tutelarne la salute e la sicurezza  e nella certezza di garantire il benessere ai 140 ospiti accolti ed è il frutto di un continuo lavoro di squadra da parte di tutti i lavoratori”.

E il premio assume toni ancor più nobili e alti grazie al messaggio con cui lo stesso Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha voluto raggiungere la giornata della premiazione a Roma. “L’impegno che le imprese insignite dei riconoscimenti hanno profuso nello sviluppo di misure tecniche e gestionali innovative nel campo della sicurezza – ha detto il Presidente della Repubblica – costituisce un concreto esempio di quanto la riduzione dei fattori di rischio nel circuito produttivo possa incidere positivamente anche sul livello di competitività del nostro Paese”.

Con soddisfazione e una punta d’orgoglio il Direttore si è reso disponibile ad elaborare una presentazione dell’esperienza della Residenza Santa Margherita ai fini dell’inserimento nella sezione buone pratiche del portale INAIL – canale sicurezza.